Indice articoli

 


3. UNIVERSITA’, FORMAZIONE e RICERCA


Obiettivi


• favorire una offerta formativa universitaria più rispondente alla concreta operatività professionale ed al reale fabbisogno del mercato del lavoro e della società;
• favorire il ripristino del corso di laurea in psicologia a ciclo unico quinquennale;
• razionalizzare e monitorare il numero di iscrizioni di studenti a Psicologia;
• monitorare l’andamento di tirocini formativi di qualità per una preparazione spendibile nel mercato del lavoro;
• promuovere e supportare la scelta dei percorsi formativi post-laurea, valorizzando aree della professione non cliniche;
• favorire la valorizzazione e il riconoscimento giuridico del tirocinio di specializzazione come risorsa professionale, nella direzione di una equiparazione con i medici specializzandi, in collaborazione con l’Ordine nazionale;
• promuovere una formazione di reale utilità ed interesse per gli iscritti;
• migliorare la collaborazione con le istituzioni formative responsabili della formazione degli iscritti;
• incentivare la ricerca di base e applicata come fondamento per la scelta dei trattamenti psicologici, di verificata efficacia evidence – based;
• sostenere l’apertura della psicologia italiana al contatto con l’Europa ed il mondo in generale,
• sviluppare tematiche psicologiche interdisciplinari e innovative per la promozione del benessere;
• incrementare il ruolo dell’Ordine come riferimento istituzionale nelle iniziative formative promosse dagli iscritti, incentivando la disponibilità al patrocinio di tali eventi.


Azioni concrete


· intensificazione dei rapporti con l’Università per la definizione di percorsi formativi accademici differenziati e rispondenti alle esigenze lavorative future attraverso una revisione dei curricula di studio e l’implementazione di stage ed esperienze pratiche guidate durante il percorso universitario;
· promozione di azioni volte al ripristino del corso di laurea a ciclo unico quinquennale, con l’introduzione della programmazione nazionale degli accessi ai corsi di laurea in psicologia, attraverso la collaborazione con l’Ordine nazione e con quelli regionali degli psicologi;
· intensificazione delle relazioni con gli Enti che organizzano i tirocini con verifica puntuale della qualità dell’ esperienza formativa effettuata, incentivata anche con introduzione di meccanismi di valorizzazione della funzione di tutor;
· monitoraggio costante dell’andamento dell’esame di stato;
· realizzazione di una più stretta collaborazione con le scuole di specializzazione pubbliche e private;
· promozione del percorso che porti al riconoscimento giuridico dell’impegno professionale dello psicologo specializzando, in collaborazione con l’Ordine nazionale;
· realizzazione di seminari e corsi formativi gratuiti per l’acquisizione di competenze utili per nuovi sbocchi occupazionali e creazione di giornate informative rivolte a neo laureati e a neo iscritti;
· sondaggio dei bisogni formativi degli iscritti (su sito ordine);
· intensificazione dei rapporti con l’Università, anche per proporre nuovi percorsi di Alta formazione;
· realizzazione di eventi formativi da parte di esperti di fama nazionale ed internazionale (ad es. i “Grandi maestri”);
· attivazione di gruppi di studio e ricerca distinti in due tipologie:

  1.   “Gruppi di lavoro”, volti ad approfondire le conoscenze in un determinato ambito tematico;
  2.   “Gruppi per il lavoro”, volti all’analisi, monitoraggio e diffusione tra gli iscritti di “best practice”, ovvero progetti/serviziche rappresentano a livello nazionaleed internazionale delle buone prassi, replicabili ed attuabili sul territorio locale;

  · predisposizione di un corso on line gratuito per il marketing dello psicologo; aumento della disponibilità all’assegnazione del patrocinio dell’Ordine nelle attività scientifiche e culturali promosse dagli iscritti